26 Settembre 2017

Le 5 operazioni bancarie per cui non serve più andare in banca

home banking

…ovvero come risparmiare ore di vita per fare cose più utili.

 

Vi sembra possibile che alle porte del 2018 si debba ancora perdere un sacco di tempo in coda agli sportelli bancari?? Beh, voglio aiutarvi ad evitare le code!

Ecco 5 semplici operazioni bancarie che, a patto di avere il giusto conto corrente, potete fare comodamente da casa. Ovviamente se non aveste l’accesso internet al vostro conto, o la vostra banca ve lo facesse pagare, contattatemi.

Prima di cominciare, se vi capita di avere un amico che ama ancora perdere il suo tempo in coda, condividete con lui questo articolo!

share-on-fb-fb-2Parlavo proprio pochi giorni fa con un collega, anche lui incredulo, commentando i dati di una ricerca: è venuto fuori che centinaia di persone ancora si recano in banca per visualizzare il saldo del proprio conto corrente. Cos’è questa, se non una vera e propria perdita di tempo? Dare uno sguardo al proprio saldo o agli ultimi movimenti è una operazione banale che si può fare comodamente dal proprio PC oppure dal proprio smartphone o tablet. Aprite la vostra app e cercate la voce movimenti di conto. Troverete elencati gli ultimi acquisti, gli ultimi movimenti effettuati con carta di credito ed anche i prelievi bancomat.

Disporre un bonifico (tecnicamente chiamato bonifico SEPA). Invece di sprecare tempo in banca, oltre che carta e inchiostro, basta digitare cinque dati dal proprio PC o smartphone. In definitiva i campi da compilare sono sempre gli stessi, solo che questa volta l’operazione sarà gratuita. Vi basterà inserire:

– il beneficiario, ovvero la persona a cui vogliamo trasferire il denaro;

– l’IBAN del beneficiario, che altro non è che una sorta di codice fiscale del conto corrente del beneficiario, consentendone la sicura identificazione;

– l’importo da trasferire

– la causale, ossia il motivo del trasferimento del denaro. Quest’ultima voce è molto utile non solo come promemoria ma anche per eventuali accertamenti fiscali.

Pagare le utenze, i MAV, i bollettini, le multe e gli F24 – La maggior parte degli internet banking offre ormai speciali sezioni in cui è possibile disporre dei pagamenti speciali, come le utenze di acqua luce e gas, oppure pagare dei bollettini MAV per tasse universitarie e così via. In alcuni casi ciò è possibile facendosi direttamente addebitare la quota mensile con un sistema automatico chiamato RID, che sta per Rapporto Interbancario Diretto.

Fare una ricarica telefonica – Dimenticatevi tessere e tabaccherie: le ricariche telefoniche si possono fare in pochi click dal proprio conto corrente online, basta accedere alla specifica funzione presente in ogni internet banking e inserire il numero di telefono che si intende ricaricare e l’importo della ricarica. Facile come bere un bicchier d’acqua.

Per ultima una delle funzioni più utili: è possibile depositare sia contanti che assegni sul proprio conto bancario direttamente da sportello automatico! Basta accedere ad un bancomat di quelli nelle salette “interne” dove si può entrare a qualsiasi ora strisciando la carta all’ingresso. In questi speciali bancomat, generalmente chiamati “evoluti” sono abilitate anche le funzioni di versamento. Si deve scegliere se contanti o assegno, inserire nella bocchetta che si aprirà le banconote o l’assegno cartaceo, e dare l’ok. Vi ritroverete l’ammontare depositato sul conto bancario in men che non si dica: per la precisione il contante sarà disponibile già dal giorno successivo, mentre perl’assegno servono generalmente 4 giorni lavorativi.

I migliori conti corrente vi permetteranno di effettuare tutte quante le operazioni di cui sopra completamente GRATIS

 

Condividete quindi l’articolo con chi invece è ancora legato alle banche “vecchio stile” e dategli una mano!  

condividi-anchor

…e se aveste domande su costi e qualità dei servizi, o desideraste aprire un conto corrente col sottoscritto, contattatemi in privato o premendo qui sotto…

freccia-messaggio

 

Richiedi informazioni

Altre storie

mercati emergenti

5 cose da sapere sui mercati emergenti

I mercati cosiddetti “emergenti” rappresentano una importante e variegata fonte di diversificazione dei portafogli sia azionari che obbligazionari. L’area geografica dei paesi racchiusi nella definizione di mercati emergenti è talmente vasta che è difficile sintetizzare tratti comuni a tutti. Ecco quindi almeno 5 puntualizzazioni da tenere presente prima di avventurarsi in investimenti...

leonardo-dicaprio-in-the-wolf-of-wall-street-1030×541

Banche di investimento e investimenti redditizi

Contents1 Banche di investimento: quali sono le migliori in Italia?1.1 Le migliori Banche di investimento: prima di tutto la solidità1.2 Banche di investimento: i prodotti ed i costi Banche di investimento: quali sono le migliori in Italia? Se si possiedono dei capitali da gestire la prima domanda a cui...

fondi-bilanciati

Fondi bilanciati: la scelta migliore del 2020?

Tra fondi flessibili, fondi bilanciati, azionari e settoriali sul mercato c’è veramente un mare magnum di opportunità… ma anche di tranelli. Anche se non potrai trasformarti in un esperto di finanza leggendo un articolo, alla fine della lettura sarai in grado di orientarti e capire se il tuo consulente...

Newsletter

Iscriviti alla newsletter.

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali